Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Solventi: caratteristiche di scelta e applicazione

Nel mercato russo delle vernici e delle vernici (LKM) oggi c'è semplicemente un'enorme quantità di solventi, che si differenziano per prezzo, composizione chimica e applicazione. Ciò è dovuto al fatto che un tipo separato di solvente, per applicabilità, corrisponde esclusivamente a un tipo specifico di materiale di verniciatura. Pertanto, è proprio la scelta accurata e accurata del solvente che è in grado di garantire l'efficacia e la correttezza della tecnologia per il suo utilizzo.

Cos'è?

Il solvente nella sua definizione classica è una sostanza liquida, solida o gassosa, che è in grado di sciogliere altre sostanze solide, liquide o gassose. Il solvente inorganico più famoso è l'acqua ordinaria, che dissolve perfettamente le varie consistenze di origine inorganica e organica.

Lo spettro di solventi inorganici (reagenti) è più sicuro in funzione ed è realizzato a prezzi di bilancio. Tuttavia, nelle loro qualità, queste composizioni non sono molto compatibili con l'ampia gamma di composizioni da sciogliere. È anche importante che questo prodotto abbia un livello estremamente basso di volatilità.

Organico è più efficace, perché questi solventi hanno caratteristiche funzionali migliori. Tali composizioni sono omogenee ed eterogenee (combinate). Il primo è principalmente prodotti alcolici.

Solventi eterogenei (acquaragia, acquaragia e altri) contenere prodotti petroliferi raffinati e sostanze essenziali. In combinazione con un alto grado di volatilità, hanno una pronunciata infiammabilità e tossicità, che richiede il rispetto delle più severe misure di sicurezza. Per valutare l'idoneità dell'uso di un particolare solvente in ciascun caso è necessario per le sue proprietà, come densità, aspetto, volatilità, contenuto di acqua e altre qualità.

Le caratteristiche di questo reagente, nonché le caratteristiche tecnologiche del suo funzionamento, sono determinate da una serie di caratteristiche tecniche, le principali delle quali includono:

  • volatilità dell'etere etilico;
  • purezza chimica;
  • numero di coagulazione;
  • numero di acidità;
  • la proporzione di acqua secondo Fisher.

Il grado di volatilità della composizione mostra la velocità con cui le sostanze diluite evaporano e si correla con la velocità di evaporazione dell'etere etilico. Da questo indicatore dipende dalla durata dell'essiccazione della vernice. Se l'indice è di 6 unità, significa che la composizione evapora 6 volte più lentamente dell'etere di riferimento.

In base a questo, tre gruppi di solventi si distinguono per volatilità:

  • volo facile - fino a 7 unità;
  • di moderatamente - 7-13 unità;
  • medlennoletuchie - più di 13 unità.

Dalla volatilità del solvente dipende non solo la durata della vernice di essiccazione, e il metodo della sua applicazione, nonché le proprietà operative del rivestimento.

La volatilità del solvente influisce sull'adesione della vernice: il suo livello diminuisce.

Un ruolo importante nel processo di selezione del solvente e gioca il grado della sua purezza. L'indicatore riflette il contenuto quantitativo di varie impurità in esso contenute. Maggiore è la purezza, più efficiente è il solvente.. Di conseguenza, il livello di purezza aumenta e il suo valore. Ci sono 5 livelli di purezza e ognuno ha la sua etichetta. Ad esempio, Livello 1 - reagenti tecnici ("T"), consentono il contenuto di impurità fino al 5%, altri livelli sono ridotti.

Solitamente i reagenti ("OFS") puri vengono generalmente indicati come riferimento. Sono utilizzati in aree altamente specializzate (ad esempio, in medicina). Gli analoghi tecnici sono usati nella costruzione e nella vita di tutti i giorni.i cui parametri di efficienza e prezzo soddisfano i requisiti necessari.

Il numero di coagulazioni è l'indicatore del rapporto più alto tra il volume del reagente e il volume dei rivestimenti disciolti con il componente nitrocellulosico. Per esempio il solvente ha un indicatore del 36%, cioè nel processo di diluizione in un rapporto superiore al 37%, il componente nitrocellulosico inizierà a precipitare e i materiali vernicianti e vernici perderanno le loro proprietà fisiche e chimiche. In altre parole, l'indice di coagulazione è il limite consentito per la miscelazione di due reagenti.

Il numero di acidità (CN) riflette il volume di additivi speciali (solitamente idrossido di potassio), che neutralizzano gli acidi liberi nel materiale di verniciatura. Più basso è questo parametro, minore sarà il volume di reagente necessario per conferire condizioni ottimali ai rivestimenti.. L'indicatore è espresso in milligrammi per 1 grammo della sostanza da diluire (mg / g). Ad esempio, la "CN" di un prodotto di 0,06 mg significa che per conferire lo stato desiderato, i materiali di pittura e vernice richiedono almeno il 6% del suo volume totale. L'uso di proporzioni minori non sarà produttivo.

Anche la frazione di massa dell'acqua secondo Fisher è un indicatore importante. La quantità di acqua nel reagente dovrebbe essere standard e ogni prodotto ha valori diversi. I valori non standard dell'indice peggiorano la qualità della composizione, riducono il livello della purezza e della volatilità.

appuntamento

I solventi come sostanze che modificano le proprietà dei materiali di verniciatura vengono utilizzati per migliorare la loro fluidità e viscosità. Lo scopo principale della loro applicazione è aumentare l'efficienza del lavoro.

E in questo senso, risolvono i seguenti compiti:

  • diluizione di rivestimenti spessi per migliorare la loro fluidità e accelerare il ciclo di lavoro;
  • pulizia di varie superfici;
  • pulire, disinfettare e sgrassare le superfici trattate per migliorare l'adesione;
  • fare adesivi;
  • realizzare consistenze impregnanti che migliorano l'adesione;
  • pulizia abiti da lavoro e attrezzature.

I solventi organici sono ampiamente utilizzati nella produzione di un ampio spettro di rivestimenti.

Sono utilizzati nelle lavanderie a secco, nella vita di tutti i giorni (trementina, acetone) per rimuovere residui di colla e vernici (alcool metilico, acetone, acetato di etile), come componente in composizioni destinate alle operazioni di lavaggio nell'industria dei profumi (etanolo), nei processi di sintesi chimica e come sgrassante.

Di norma, il solvente stesso e la consistenza che dissolve è in una certa misura simile, cioè c'è un principio polare.

Solventi organici nei lavori di costruzione e di rifinitura sono utilizzati per portare al grado di viscosità richiesto vari primer, consistenze di mastice e vernici. Sono utilizzati per sgrassare utensili e superfici di prodotti.

Sulla base di queste funzioni, i solventi devono soddisfare i requisiti necessari:

  • non reagire con i rivestimenti e avere un alto livello di evaporazione;
  • avere non igroscopicità (non modificare le qualità necessarie inerenti a loro, reagendo con l'acqua);
  • miscelare i reagenti dovrebbe portare senza sforzo ad una consistenza uniforme;
  • il solvente deve interessare i rivestimenti solo al momento della sua applicazione in superficie e quindi evaporare.

Tipi e caratteristiche

Rispetto ai reagenti inorganici, quelli organici sono utilizzati un ordine di grandezza più spesso a causa delle loro più ampie proprietà funzionali. I reagenti organici sono omogenei ed eterogenei nella composizione.

omogeneo Il 95-100% è costituito dalla componente chimica principale - la base. A volte per ridurre la concentrazione dei reagenti può essere sciolto in altri ambienti, ad esempio, in acqua. Il costo dei solventi di questo gruppo, di norma, è inferiore a quelli combinati, ma hanno una gamma più ristretta di applicabilità per l'interazione con materiali diversi.

eterogeneo (numero) - i reagenti ottenuti con il metodo di miscelazione, si differenziano per composizione e tecnologia di produzione. Per il loro prezzo e la loro efficienza, differiscono significativamente dalle controparti omogenee.

Un'altra classificazione forma i seguenti tipi di reagenti organici per i rivestimenti:

  • idrocarburi;
  • alcol;
  • esteri.

il primo gruppo - idrocarburo, sono:

  • benzina;
  • spirito bianco;
  • solvente;
  • trementina;
  • benzeni.

Sono infiammabili e non si dissolvono in acqua.

  • Olio di trementina utilizzato in due versioni: gomma e pnevny. Il primo è di migliore qualità, senza colore o sostanza leggermente ingiallente con un punto di ebollizione fino a 180 °. Il secondo è un po 'più scuro e diffonde un odore pungente. La struttura è ampiamente utilizzata nel lavoro di LKM. Ben reagendo con eteri, alcoli e derivati ​​clorurati, scioglie LKM, accelerando la loro essiccazione. È usato per la preparazione di composizioni mastice, così come per la macinazione ad umido.
  • Spirito bianco - il prodotto della distillazione dell'olio, è un prodotto intermedio tra la benzina e le frazioni di cherosene. Incolore, volatile, con una temperatura di ebollizione non superiore a 165 °. La capacità di dissolvere i materiali di verniciatura è leggermente inferiore a quella della trementina. Utilizzato nel processo di macinazione ad umido.
  • benzina - prodotto volatile della distillazione dell'olio. Infiammabile, forma miscele esplosive. A causa dell'elevato grado di volatilità nella decorazione dei mobili viene usato molto raramente.
  • benzene - sostanza volatile mobile senza colore. In pratica vengono utilizzate formulazioni del 90% e del 50%. Tossico, infiammabile, può formare miscele esplosive. Colofonia, cera, gomma e altre sostanze sono perfettamente solubili in esso. Utilizzato nella produzione di vernici (riduce lo spessore) e come reagente solvente per nitrolak.

Il seguente gruppo di reagenti per materiali di verniciatura sono alcoli, di cui l'etile e il butile sono i più utilizzati:

  • Alcol etilico - sostanza liquida senza colore risultante dalla distillazione dei prodotti di fermentazione degli zuccheri. Nell'area di verniciatura viene utilizzata una fortezza di almeno 90 ° (un piccolo grado di forza porta al matrimonio). In grado di reagire con determinate resine, come la gommalacca. È usato come diluente insieme ai reagenti per nitrolack.
  • Alcol butilico - un eccellente reagente per le vernici alla nitrocellulosa, conferisce al film un aspetto di qualità, riduce lo sbiancamento del rivestimento.
  • Alcool metilico - prodotto liquido senza colore, ottenuto durante la distillazione del legno. Di norma, include l'aggiunta di acetone ed esteri. In forma pura è chiamato metanolo. Bene scioglie alcuni tipi di resine e oli. In alcune industrie, l'uso del prodotto è limitato a causa della sua tossicità.
  • Glicole etilenico - Liquido viscoso senza colore e odore. Mescolare bene con acqua Ha una bassa velocità di evaporazione, che ha un effetto positivo sulla formazione del film e sulle condizioni del rivestimento: assume un aspetto eccellente ed è più facile da lucidare. Il prodotto è utilizzato nella produzione di vernici, che sono a base di resina.

L'ultimo gruppo è rappresentato da eteri - metile, etile, butile e altri. I prodotti sono principalmente usati come reagenti con nitrocellulosa e nella fabbricazione di queste miscele per portare le composizioni alla viscosità richiesta.

  • Metilacetato - sostanza liquida, poco bollente, velenosa, infiammabile, altamente volatile (flash T - 13-16 °).
  • Acetato di etile - sostanza liquida leggermente volatile (punto di ebollizione - 78-82 °). Mescolato in proporzioni diverse con alcoli, eteri, grassi e oli. Eccellente reagente di resina e cera.
  • Butilacetato - liquido giallastro con evaporazione non intensiva. Viene utilizzato come ritardante per la velocità di asciugatura, in grado di prevenire lo sbiancamento del film di vernice.
  • Amilacetato - liquido con un basso livello di evaporazione. Eccellente reagente per nitrocellulosa, oli e alcuni tipi di resine. Lo scopo è simile al butilacetato. Spesso utilizzato nel restauro di mobili.
  • acetone - Liquido altamente volatile con odore pungente, nitrocellulosa perfettamente in soluzione. Il reagente è pericoloso per l'incendio. In varie proporzioni si miscela facilmente con alcoli, composti eterei e acqua.

Per portare i materiali di verniciatura alle condizioni richieste, spesso usano composizioni di reagenti misti che hanno un impatto significativo sullo stato dell'intero rivestimento. Con la prevalenza di acetone a basso punto di ebollizione, metil / etil acetato nelle composizioni, la lacca diventa torbida a causa della rapida evaporazione e l'uso di soli solventi alto-bollenti, come butilacetato o amilacetato, al contrario, diminuisce la velocità di essiccazione del rivestimento.

L'industria moderna fornisce forme già pronte che sono già abbinate ai corrispondenti marchi di materiali per la verniciatura, ad esempio P-4, P-5, P-645, 646, 647, 648, 649, 650 e AMP.

Oggi sul mercato esistono entrambi i solventi universali, ad esempio il popolare prodotto 646 e altamente specializzato:

  • Il solvente 1120 prodotto da Rostex Super è eccellente per il primer anticorrosivo. In questo caso, la composizione viene applicata rapidamente e facilmente, e la superficie dopo l'asciugatura diventa piatta e liscia.
  • Solvent 1032 è stato sviluppato per lavorare con vernici alchidiche con un metodo a spruzzo, che è anche adatto per un'efficace pulizia degli strumenti.

produttori

Esiste un'ampia varietà di reagenti organici e inorganici di vari gradi.

Secondo i dati di valutazione, i seguenti marchi stranieri sono tra i primi dieci in termini di vendite:

  • PPG (Stati Uniti);
  • AkzoNobel (Paesi Bassi);
  • Henkel (Germania);
  • Sherwin-Williams (Stati Uniti);
  • Valspar (Stati Uniti);
  • Axalta (USA);
  • Basf (Germania);
  • Kansai (Giappone);
  • Sika (Svizzera);
  • Hammerite (Regno Unito).

Tra i marchi nazionali sono noti e sono richiesti prodotti della compagnia "Russian Paint" e "Empils", "Novbytkhim".

  • JSC "vernici russe" - l'azienda leader nel settore delle vernici e delle vernici per uso domestico. Lo sviluppatore di vernici e rivestimenti high-tech, producendo circa 300 tipi di prodotti per gli impianti automobilistici, le imprese dell'industria petrolifera e delle costruzioni, l'industria aeronautica e la ferrovia. La politica di innovazione avanzata consente all'azienda di competere nella vita reale sia con i prodotti di aziende russe che straniere.
  • ZAO Empils Fondata nel 1992, le principali strutture produttive e l'ufficio si trovano a Rostov-on-Don. L'azienda è specializzata nella produzione di pitture decorative e industriali. La società ha imparato la produzione di materiali di verniciatura di alta qualità della linea di bilancio.
  • Prodotti particolarmente popolari da San Pietroburgo società "Novbythim", fondata nel 1994 da giovani scienziati e chimici di talento all'Università tecnica di San Pietroburgo. Oggi l'azienda produce più di 60 articoli di merci di eccellente qualità a prezzi economici.

Suggerimenti per la scelta

Va ricordato che ogni tipo di materiale di verniciatura richiede un determinato tipo di solvente per funzionare. Più precisamente, ci sono tipi specifici di reagenti per grasso, colla, olio, vernice, liquido correttore, gesso, vernice, malta cementizia, primer, colofonia e altri materiali di verniciatura. Pertanto, la corretta selezione del prodotto è una garanzia di copertura di alta qualità, poiché garantisce l'omogeneità della miscela, l'assenza di disintegrazione, un lavoro facile e veloce con esso. La conoscenza delle caratteristiche tecniche del prodotto aiuta nella sua selezione.

La specificità del solvente consiste nella capacità di evaporazione rapida dalla sostanza diluita, che gli conferisce la qualità richiesta. Soluzioni separate hanno la qualità di un effetto siccativo, riducendo i tempi di asciugatura. La capacità di accelerare la formazione di un film nei reagenti è un'altra funzione insieme a quella principale (conferendo fluidità e riduzione della viscosità).

La volatilità del reagente influisce direttamente sulla qualità del film formato da materiali vernicianti e vernici. Per controllare il processo, è importante tenere presente che se il reagente del rivestimento viene evaporato troppo rapidamente, diventa bianco, appaiono delle macchie, la struttura del rivestimento si deforma, le sue proprietà cambiano. Questo è il motivo per cui in un certo numero di casi l'uso di solventi volatili non è raccomandato.

Circa il probabile livello di volatilità del reagente può essere giudicato dal punto di ebollizione. Più è piccolo, più è alta questa proprietà e viceversa. Quando si sceglie un prodotto, è necessario concentrarsi in particolare sugli aspetti esterni del reagente e confrontarli con le descrizioni sulle etichette o nelle schede del prodotto.

I principali criteri di valutazione sono le piccole deviazioni di colore, densità, particelle e precipitazioni. È meglio non comprare tali reagenti.

La vernice di dissoluzione e i materiali vernicianti sono selezionati dai produttori in base alla velocità e all'uniformità del processo di evaporazione. I componenti economici in essi disturbano questi processi.

Ad esempio, l'acetone nel reagente 646 è troppo volatile, il che impedisce il processo di asciugatura ottimale del film. A causa dell'evaporazione estremamente rapida, la formazione del film superficiale è troppo rapida, il che, a sua volta, impedisce il rilascio di residui di componenti volatili dagli strati profondi. Il risultato è "bollente", perdita di brillantezza, bassa qualità del film. Effetto negativo sulla formazione del film di vernici acriliche e alcoli, abbondantemente disponibile nei reagenti domestici. L'acqua in alcoli distrugge il processo di polimerizzazione di questi materiali, portando alla scioltezza del film polimerico risultante.

Per capire chiaramente quale reagente specifico è adatto per uno specifico prodotto di verniciatura, è importante studiare attentamente la descrizione e la tabella di corrispondenza.

Quando si sceglie e si lavora con i reagenti, è necessario tenere conto di tale caratteristica del prodotto come livello di tossicità.

In questo contesto, ci sono 3 indicatori:

  • La concentrazione massima consentita nell'area di lavoro (MPC) è un indicatore che riflette il grado consentito di saturazione con le tossine.
  • Il coefficiente di dose semi-letale. Ad esempio, "LD50" significa che quando un organismo riceve una certa concentrazione (mg), la probabilità di morte è del 50%.
  • Средняя концентрация испускаемого реагентом токсичного испарения до момента окончательного высыхания (определяется по специальной таблице).

Техника безопасности

Нередко показатели пожаро- и взрывоопасности реагентов не отмечаются в описаниях. Поэтому их необходимо просто знать:

  • Температура воспламенения реагента mostra il livello minimo al quale può rilasciare un volume di tossine sufficiente a generare un fuoco costante.
  • Temperatura di autoaccensione del reagente - il livello di temperatura più basso, in cui i fumi possono accendersi senza la partecipazione di una fonte di accensione di terze parti.
  • Punto di infiammabilità del reagente - il più basso livello di temperatura, in cui i fumi possono accendersi da una scintilla (per i singoli reagenti questa temperatura può essere inferiore a zero gradi).

I reagenti organici sono caratterizzati da un livello significativo di tossicità, dannoso per la salute umana.

Ecco perché il lavoro con loro è richiesto per rispettare regole speciali:

  • disponibilità di una ventilazione efficace (aria forzata e scarico) sul posto di lavoro;
  • l'uso di un respiratore e abbigliamento da lavoro;
  • esclusione di fuoco o scintille nella stanza;
  • stoccaggio di reagenti in appositi scantinati o magazzini. Sugli scaffali dovrebbero essere tappati. La luce solare diretta non può essere consentita.

Quasi tutti i reagenti organici sono attivi, e alcuni (ad esempio chetoni, ammine e altri), con il loro alto contenuto nella stanza portano ad avvelenamento acuto, e altri causano allergie, dermatiti e altre complicanze.

Guarda il seguente video per la differenza tra diluenti e solventi.

Guarda il video: Corso di verniciatura a spruzzo #1- Scelta e composizione della pistola-ALfre fai da te (Gennaio 2020).

Lascia Il Tuo Commento