Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2019

Lampade per serre: criteri di selezione

Ogni agricoltore che si rispetti è interessato alle alte rese delle sue coltivazioni. Per fare ciò, è necessario studiare non solo i requisiti per l'illuminazione, ma anche avere almeno un'idea superficiale dei tipi di sorgenti luminose, i criteri principali per la loro scelta. Questo compenserà la mancanza di luce e talvolta il calore, che è importante per la crescita e lo sviluppo delle piante.

Requisiti di illuminazione

Ogni serra dovrebbe essere illuminata con gli standard esistenti di illuminazione. È necessario sapere quanta luce al giorno è necessaria per un particolare tipo di pianta e collegarla alle dimensioni dell'intera struttura. Ciò è particolarmente importante in primavera e in autunno, quando mancano le colture leggere a causa della riduzione delle ore diurne. Le lampade vengono acquistate, prima di tutto, per aumentare artificialmente le ore diurne.

Tuttavia, la creazione di condizioni confortevoli deve rispettare determinate regole. Ad esempio, non dovrebbe essere consentito che le luci artificiali sostituiscano completamente la luce naturale.

Ciò significa che le lampade devono essere installate in luoghi che non impediscano l'accesso alla luce solare a tutte le piante.




È necessario acquisire quelle opzioni che possono essere utilizzate per 16 ore di fila al giorno ogni giorno. Non comprare dispositivi che funzionano costantemente, perché questa cultura in crescita sarà assottigliata, debole e fiacca. L'illuminazione dovrebbe essere corretta, tenendo conto della necessità di illuminazione delle colture (da 12 a 16 ore). Se non sono progettati per questo, la crescita e lo sviluppo delle colture potrebbero interrompersi.

È importante scegliere correttamente la potenza e il numero di dispositivi, scegliendo prodotti con un intervallo di nanometri da 400 a 700. Se questa cifra è inferiore al minimo, ciò influenzerà negativamente la fotosintesi delle piante coltivate. Quando supera la velocità massima, danneggia anche le colture.



Gli apparecchi per l'illuminazione possono avere diversi tipi di illuminazione diurna e notturna. Ad esempio, possono essere i dispositivi reintegrati dalla mancanza di luce assorbita dalle piante durante la luce naturale mediante raggi ultravioletti. Di norma, tali lampade hanno una gamma di densità energetica fornita di energia luminosa da 400 a 1 mille mmol / m2. Inoltre, l'illuminazione può essere fotoperiodica. Il sole artificiale a impulsi può essere utilizzato in inverno - è adatto per l'illuminazione diurna e notturna e richiede circa 5-10 mmol / m2.

Tipi di lampade

Oggi, per illuminare le serre utilizzare diverse fonti di luce. Inoltre, ogni tipo ha non solo vantaggi, ma anche svantaggi.




Lampadine a incandescenza

Queste fonti di luce oggi sono considerate una reliquia. Diventano molto caldi, la maggior parte dell'energia elettrica viene convertita in calore. Il vantaggio potrebbe essere chiamato il loro prezzo, anche se sono antieconomici e hanno una bassa efficienza. Si distinguono per l'elevato consumo energetico rispetto ad altre varietà. Allo stesso tempo, non sono adatti a tutti i tipi di piante.

Ad esempio, non è consigliabile includerli nella serra per illuminare le piantine di cetrioli, pomodori. Tuttavia, possono essere utilizzati per far crescere cipolle e prezzemolo. A causa dell'ampio spettro di emissione dei raggi rosso, infrarosso e arancione, possono portare a ustioni degli steli vegetali.

Inoltre, l'illuminazione a lungo termine della serra con tali lampade può contribuire all'allungamento dei germogli e alla deformazione delle foglie.



Risparmio energetico

Le lampade fluorescenti hanno un effetto più benefico sulle piante. Differiscono in costi relativamente poco costosi e versatilità, possono brillare con luce fredda, calda e neutra per circa 2 mila ore. È meglio utilizzarli per strutture di piccole dimensioni, dal momento che hanno bisogno di molto per territori spaziosi. I vantaggi di queste lampade includono l'efficienza e una gamma completa di radiazioni. Ciò consente l'uso di dispositivi di luce diurna in qualsiasi fase di crescita e sviluppo di colture coltivate.



Inoltre, praticamente non si riscaldano, il che significa che non danneggiano il microclima della serra. Queste sono fonti di luce che non richiedono particolari abilità tecniche di installazione. Gli svantaggi includono la paura dell'umidità e non sempre le dimensioni compatte, la scarsa emissione di luce, nonché una risposta alle variazioni dello sfondo della temperatura. Per il normale funzionamento, l'interno della serra deve essere di almeno +26 gradi.

Opzioni di mercurio

Forse questo è il dispositivo più pericoloso che emette onde ultraviolette. Nonostante contribuiscano alla fotosintesi attiva delle piante e abbiano uno spettro di radiazioni vicino al rosso, sono più dannose delle altre specie. Ad esempio, ciò riguarda non solo il danno alle piante, ma anche lo sfruttamento stesso, perché se una lampada del genere viene rotta accidentalmente, allora puoi dimenticarti del raccolto.

Non solo non sarà possibile raccogliere palle di mercurio velenose e sarà necessario distruggere le piante, quindi anche il terreno dovrà essere cambiato. La radiazione di queste lampade è troppo intensa.

Vale anche la pena notare che dopo l'uso le lampade non saranno in grado di essere semplicemente gettate via: sono smaltite usando una tecnica speciale. La pratica dimostra che non producono il numero di ore richiesto e bruciano prima.




sodio

Queste varietà si distinguono per la caratteristica gamma arancione e rossastra dello spettro cromatico. Sono vicini alla luce naturale, anche se ci sono ancora differenze nel bilancio del rosso e del blu. Pertanto, tali lampadine sono le migliori per la coltivazione indoor. Per la coltivazione in terra chiusa, è possibile acquistare versioni speciali di apparecchi con pannelli riflettenti speculari: tali prodotti aumentano notevolmente l'efficienza.


I vantaggi delle lampadine al sodio sono un basso consumo di energia elettrica, risorse elevate (circa 20 mila ore) e un'elevata resa luminosa. Tuttavia, con tutto questo, tali sorgenti luminose sono caratterizzate da una piccola quantità di raggi blu. Secondo i giardinieri, queste lampadine attirano i parassiti. Nonostante possano essere utilizzati in ampie serre, generano calore nel processo.

Da un lato, questo non è male e ti permette di riscaldare la stanza, che è particolarmente importante in inverno, ma d'altra parte, il riscaldamento eccessivo rende più accuratamente monitorare il regime di temperatura delle piante in serra in crescita. Per quanto riguarda le radiazioni rosse, vale la pena notare che a causa di questo, gli alberelli vengono tirati fuori in crescita, allo stesso tempo assottigliandosi. È impossibile non denotare la nocività delle lampade, perché al loro interno contiene una miscela di mercurio e sodio. Inoltre, questi tipi di lampade non saranno in grado di illuminare la serra quando la tensione fluttua nella rete, se sono superiori al 5%.

Luce a LED

Queste lampadine ad alta pressione sono chiamate LED o LED. Funzionano da LED con un ampio spettro cromatico di una sfumatura di luminescenza. Oggi è il dispositivo più moderno, ma con un flusso luminoso diretto. Possono essere utilizzati per compensare la mancanza di illuminazione della serra in qualsiasi fase di sviluppo delle piante coltivate.




Di norma, le cosiddette luci a nastro sono più spesso utilizzate per l'illuminazione.


Le serre illuminanti con strisce LED consentono di selezionare rapidamente e correttamente la potenza desiderata. È possibile scegliere le varianti in una o due file di diodi del tono e dell'intensità desiderati in base alla potenza totale richiesta. Queste lampadine sono piccole e anche compatte, ma piuttosto potenti e luminose. In pratica non si riscaldano durante il lavoro, sono in grado di funzionare a bassa tensione.

La loro risorsa è di circa 100 mila ore di lavoro. Questi dispositivi di illuminazione sono caratterizzati da resistenza all'umidità, cambiando lo sfondo della temperatura della serra, sono difficili da danneggiare da shock meccanici casuali. Tuttavia, con molti vantaggi si distinguono per l'alto costo. Questo fatto è il principale svantaggio delle lampade di questo tipo.

infrarosso

Tali lampade sono notevoli in quanto sono economiche e riscaldano perfettamente la stanza durante la stagione fredda. Ogni lampada che riscalda il suolo non riscalda l'aria, poiché è caratterizzata dalla capacità di trasferire energia al suolo e alle piante stesse. Questa caratteristica rende le lampade più popolari tra le altre varietà. Dopo che la temperatura del terreno aumenta, aumenta nell'aria.

In altre parole, l'azione di tali lampade differisce da altre opzioni in quanto in questo caso il suolo si riscalda prima e poi l'aria, mentre il principio di funzionamento di altri analoghi è opposto. Allo stesso tempo, l'aria non diventa secca, il che è importante per lo sviluppo di colture e la loro coltivazione. Tuttavia, l'acquisto di tali sorgenti luminose richiede l'acquisizione di regolatori che si accendono quando la temperatura all'interno della serra cambia.

Le lampade stesse sono buone - sono silenziose e funzionanti.




fitolampy

Questa categoria include sorgenti luminose con spettro di emissione rosso, blu e bianco. Le phytocalls di serra sono un buon supporto per la crescita e lo sviluppo delle piante, oltre al loro alto rendimento. L'uso di tali prodotti consente alle piante di assorbire la clorofilla A, che è la principale fonte di nutrimento.

Queste lampadine aiutano ad accelerare la crescita non solo delle parti in superficie delle piante, ma anche del loro apparato radicale. Inoltre, contribuiscono a migliorare l'immunità delle colture attraverso la produzione di fitormoni. Insieme con l'accelerazione dei processi metabolici, l'uso delle lampade influenza l'aspetto delle piante stesse.






induzione

Il lavoro di questi prodotti non è altro che il bagliore del fosforo. Sono una versione migliorata delle controparti luminescenti, caratterizzate dalla stessa emissione di luce con elevata chiarezza e assenza di sfarfallio. Le lampade hanno uno stabilizzatore integrato, che protegge dalle sovratensioni. Nel processo, si riscaldano, ma non molto, il che consente loro di essere montati vicino alle piante.

Tali lampade forniscono l'installazione sui cavi, quindi dopo l'installazione il giardiniere ha l'opportunità di effettuare la regolazione delle sorgenti luminose in altezza, scegliendo l'opzione migliore. Tale illuminazione non richiede lo smantellamento in inverno.

Tuttavia, queste lampade hanno uno svantaggio: il loro costo è abbastanza evidente, specialmente nei casi in cui il giardiniere sta cercando di riempirle con un grande spazio serra.




Cosa scegliere?

Al fine di non dubitare e non andare agli estremi quando si acquista, è necessario identificare i criteri di selezione principali. Ad esempio, inizialmente è necessario determinare il tipo di lampade per capire se sono adatte per una particolare serra. Può essere non solo le solite varianti standard, ma anche varietà battericide. Vale la pena prestare attenzione al materiale di cui sono fatte le lampade.

È meglio se le lampade sono in metallo resistente alla ruggine. Allo stesso tempo, la costruzione dovrebbe, se possibile, essere protetta dall'umidità tipica delle serre. Scegliendo una o l'altra opzione, vale la pena dare la preferenza a prodotti di produttori affermati. Tali prodotti, di regola, sono eseguiti in stretta conformità con gli standard stabiliti e sono di alta qualità.

È impossibile non prendere in considerazione la potenza totale, per la quale misurano l'area della serra stessa e collegarla alla risorsa di illuminazione artificiale richiesta. Inoltre, è necessario prendere in considerazione lo spettro della luce. Se possibile, si dovrebbe dare la preferenza alle opzioni che prevedono il controllo della potenza e vengono utilizzate non solo nelle fasi iniziali dello sviluppo del raccolto, ma anche prima del raccolto. Ogni prodotto acquistato deve essere utile, corrispondente all'intensità e alla durata richieste dell'intervallo di tempo di irraggiamento.


Per piante diverse. Accendere una serra con normali lampadine a incandescenza è quasi inutile. È importante tener conto del fatto che non hanno un flusso di toni blu e quindi sono utilizzati in condizioni di serra estremamente rare. È importante tenere conto delle diverse esigenze delle colture coltivate.

Ad esempio, i cetrioli necessitano di illuminazione con automazione, mentre la necessità di illuminazione è di almeno 12 ore al giorno.

Circa 6 ore la pianta ha bisogno di oscurità, e per la crescita è meglio acquistare una versione della lampada con radiazioni blu. Tuttavia, al momento della fioritura e della formazione delle ovaie, è necessario che il colore del flusso della lampada sia rosso. Se prendi in considerazione le cipolle, allora questa cultura è più adatta all'illuminazione attraverso fitolamp. Per le fragole, invece, servono lampade fluorescenti con una lunghezza di circa un metro. Bene, se il loro potere sarà almeno 40-50 watt.

Le fragole hanno bisogno di molta luce. In questo caso, vale la pena acquistare lampade che possano brillare a lungo, indipendentemente dalla tensione di rete. Alcuni giardinieri usano lampade fluorescenti e lampade al mercurio per accelerare la loro fruttificazione. Contribuiscono ad un aumento della fotosintesi, un effetto positivo sulla crescita della cultura e sul colore delle sue foglie.

Se applichiamo un'ulteriore illuminazione artificiale per tale bacca, questo influenzerà non solo i primi frutti, ma anche la resa. L'illuminazione ausiliaria è utile anche per i pomodori. Tuttavia, in questo caso, non è tanto la diretta quanto il flusso di luce diffusa che è importante. Inoltre, è anche importante non farlo splendere tutto il giorno, poiché ciò potrebbe portare, ad esempio, alla clorosi della coltura.


Per serre di materiali diversi. Oltre alle caratteristiche delle colture specifiche coltivate, quando si scelgono lampade che sostituiscono o ripristinano l'illuminazione naturale, è necessario tenere conto del tipo di materiale da cui è stato costruito l'edificio della serra. In totale, questo aumenterà i raccolti e farà crescere una forte cultura. L'esperienza agricola dimostra che anche per le strutture in policarbonato, è meglio utilizzare diversi tipi di lampade per fornire alle piante un pieno sviluppo. Ad esempio, è possibile combinare varietà alogene, LED e fluorescenti. Allo stesso tempo è impossibile fornire serre in policarbonato con lampade ad incandescenza.

Quando si tratta di impianti industriali, in tali serre non usare mai lampadine a incandescenza. I LED non sono adatti per loro a causa dell'elevato costo del totale. Per tali edifici vengono utilizzate lampade al sodio, che nello spettro luminoso sono il più vicino possibile alla luce solare.

Per le strutture in vetro, le lampade al sodio sono la soluzione migliore, inoltre la loro resa luminosa è molto più elevata rispetto agli analoghi luminescenti.


raccomandazioni

Per la scelta delle sorgenti luminose necessarie era corretto e sicuro, si dovrebbe prestare attenzione alle raccomandazioni di professionisti esperti. Ad esempio, i raggi rosso e blu hanno un effetto migliore sulla crescita e lo sviluppo delle piante, tuttavia, il contorno della serra non dovrebbe essere privato della luce naturale. Se ignori questo fatto, allora i frutti cresciuti delle piante non solo possono perdere il gusto, ma anche diventare completamente inadatti al consumo.

Se scegli un colore per l'illuminazione, avrà solo un effetto favorevole sui colori. Scegliendo il colore blu, vale la pena notare che è davvero in grado di migliorare il processo di fotosintesi. Quando la serra è illuminata da raggi verdi o gialli senza illuminazione ausiliaria sotto la luce solare naturale, ciò può causare la deformazione delle colture emergenti e il diradamento dei germogli.

Anche l'uso di raggi rossi e arancioni dovrebbe essere dosato, perché quando ce ne sono troppi, può portare alla morte delle piante. È importante capire che per una buona resa è necessario scegliere un controluce con diverse sfumature di flussi luminosi.

Lo stesso si può dire dei raggi infrarossi e ultravioletti: la loro abbondanza danneggia le piante coltivate.

È importante scegliere la retroilluminazione in modo che si trovi alla distanza ottimale dalle fonti di luce alle foglie delle piante in via di sviluppo. Tra la vasta selezione di diversi tipi vale la pena notare che le lampade che illuminano le piantine nell'appartamento sono diverse da quelle che vengono acquistate appositamente per le serre. Ad esempio, per le serre, è preferibile scegliere le opzioni di sodio ad alta pressione e le strisce LED, mentre per le piantine in crescita prima della semina, sono adatte sia le comuni lampade fluorescenti fluorescenti e le fito-lampade a luce naturale che i fitofanili fatti in casa. Tuttavia, se non si desidera realizzare tali prodotti, sarà necessario acquistare lampadine nel negozio.

Guarda il video: 3000+ Common Spanish Words with Pronunciation (Potrebbe 2019).

Lascia Il Tuo Commento